Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti contenuti in linea con le tue preferenze.

Clicca su APPROVO per continuare la navigazione Per saperne di piu'

Approvo

Moltiplicare energia ed efficienza

In un mercato sempre più attento alle tecnologie efficienti ed eco-sostenibili, Aermec ha saputo cogliere, dal principio, le nuove sfide legate alle pompe di calore

Nel corso degli ultimi dieci anni sono stati messi in atto, sia a livello tecnico sia a livello normativo, una serie di eventi che hanno finalmente dato impulso allo sviluppo e alla diffusione della pompa di calore, una tecnologia che risponde a pieno alla crescente sensibilità di salvaguardia del pianeta a livello globale. La pompa di calore è amica del pianeta in quanto unica macchina termica capace di utilizzare in modo semplice e ad alta efficienza il calore già presente nell’ambiente (aria esterna oppure acqua, a seconda dei casi). Il segreto del successo di questa tecnologia sta infatti nella sua capacità di “moltiplicare l’energia” senza naturalmente deviare dai principi della termodinamica. In pratica, la pompa di calore è capace di fornire, ad esempio, 4 unità termiche all’ambiente, pagandone in bolletta soltanto una. Le tre unità “gratuite” la pompa di calore le preleva dall’aria esterna o dalle acqua superficiali, di falda, ecc. Di fatto, la pompa di calore utilizza in gran parte energia rinnovabile (il calore presente nell’aria ambiente o nell’acqua di falda), sfruttando il calore  immagazzinato nella sorgente fredda (aria, acque superficiali, falde acquifere sotterranee, terreno). Per questo motivo, con la direttiva europea 2009/28/CE (detta anche Direttiva RES – Renewable Energy Sources), le pompe di calore sono state riconosciute come tecnologie che impiegano fonti energetiche rinnovabili.

Una direzione globale, per tutta la filiera

I Governi ormai da anni hanno approvato decreti di incentivazione fiscale per la pompa di calore. In Italia, per esempio, sono attivi il Conto Termico, che incentiva l’energia prodotta dalla pompa di calore, e la defiscalizzazione al 65% per chi passa alla pompa di calore. Una tecnologia che di fatto entra a pieno titolo (e merito) nell’insieme delle buone pratiche utili al raggiungimento degli obiettivi di riduzione della CO2 rilasciata in ambiente. La crescente richiesta di sistemi in pompa di calore per il riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria nel settore residenziale e commerciale ha spinto i costruttori a rendere le macchine sempre più performanti. Si è ad esempio esteso il campo di funzionamento fino alla temperatura esterna di -20°C (risultato un tempo impensabile) e la produzione di acqua calda è stata portata a 65°C, permettendo così una maggiore versatilità di funzionamento. Inoltre, il processo di sostituzione della caldaia con le più innovative pompe di calore è già in atto da qualche anno: progettisti e installatori ne sono consapevoli e operano in questa direzione. Ciò che renderà ancora più rapida la diffusione della pompa di calore sarà certamente una maggiore sensibilità da parte della categoria dei costruttori edili, sempre più orientati verso edifici di classe energetica elevata e, di conseguenza, verso le tecnologie (pompa di calore in testa) che facilitano l’ottenimento della classe A o superiore.

Un'offerta a 360 gradi

 

Aermec porta nel DNA i sistemi a circuito frigorifero, che sono proprio le tecnologie su cui si basa la pompa di calore. La storica realtà veronese ha colto da subito questo nuovo trend, dotando la propria offerta di tutte le tipologie di pompa di calore che costituiscono il migliore stato dell’arte.

 

Tra le proposte, tutte le possibili combinazioni:

 

  • Pompe di calore condensate ad aria;
  • Pompe di calore condensate ad acqua;
  • Pompe di calore polivalenti (sia ad aria sia ad acqua).

 

Il tutto per un range di potenza termica che va dai 6 ai 900 kW termici, per soddisfare le esigenze sia del residenziale sia del terziario. Inoltre, per meglio aderire alle nuove esigenze di progettazione integrata edificio-impianti, Aermec offre anche i file .rfa per ogni pompa di calore permettendo così ai progettisti di operare in ambiente BIM (Building Imaging Modeling).

 

 

 

 

Adwin Srl
Via Giovacchino Belli, 14
20127 Milano
Chi siamo  Contatti